visite guidate  · 12 novembre 2017
Dire Giacomo Leopardi significa pensare a Recanati, il borgo ottocentesco dove il poeta è nato e in cui ha trascorso gran parte della sua vita. Ripercorrere le strade della città abitata dal giovane Giacomo Leopardi significa toccare con mano le sue poesie più celebri: "L'Infinito". "Il sabato del villaggio", "A Silvia", "Le ricordanze", "La quiete dopo la tempesta" e "Il passero solitario". Una visita ai luoghi celebrati da Leopardi significa immergersi nella poesia.
visite guidate  · 01 luglio 2017
Lo Sferisterio di Macerata è un edificio pressoché unico nel suo genere in Italia. Costruito nell'800 per il popolare gioco della palla al bracciale, nei primi anni del '900 è diventato un suggestivo teatro per l'opera lirica in cui si sono esibiti alcuni dei cantanti più famosi al mondo tra cui Beniamino Gigli, Mario Del Monaco, Luciano Pavarotti, Placido Domingo e Katia Ricciarelli.

visite guidate  · 18 maggio 2017
Jesi, una città fortificata circondata da mura medievali perfettamente conservate. Una città in cui hanno lasciato il loro segno l'Imperatore Federico II di Svevia, il compositore G.B. Pergolesi e il pittore veneto Lorenzo Lotto. Una città che dà il proprio nome anche ad una delle DOC più famose di tutta la Regione Marche: il Verdicchio dei Castelli di Jesi.
visite guidate  · 30 aprile 2017
Dal 1998, Il centro storico di Urbino è stato inserito tra i Siti del Patrimonio Mondiale dell'UNESCO. Una città elegante e ricca e legata alla famiglia Montefeltro e ai Della Rovere. Da non perdere: il Palazzo Ducale, capolavoro dell'architettura rinascimentale che ospita la ricca Galleria Nazionale delle Marche con opere di Raffaello, Della Robbia e Tiziano. Accanto, imponente e maestoso sorge il Duomo settecentesco. Vieni a scoprire il centro storico di Urbino con una visita guidata!

27 marzo 2017
Un concentrato di storia, tradizioni, leggende, misteri ed enogastronomia. Le grotte nel sottosuolo che attraversano il paese, il Rosso Conero, l'esposizione di strumenti musicali della Farfisa, la produzione di camicie, la natura del Parco del Monte Conero: ecco i 5 buoni motivi per visitare Camerano. Un piccolo borgo affacciato sul mar Adriatico a due passi dal verde del Parco regionale del Conero.
eventi e mostre · 24 novembre 2016
Una mostra ad Osimo, nelle eleganti sale di Palazzo Campana, presenta alcune opere della ricca collezione di Vittorio Sgarbi.

Polittico di San Domenico, Recanati
10 novembre 2016
Le Marche sono sempre state un crocevia dal punto di vista politico, ma anche per quanto riguarda gli scambi commerciali. È proprio seguendo questa rotta che numerosi artisti giungono a lavorare nelle Marche. Ed è il caso di Carlo e Vittore Crivelli nella seconda metà del ‘400 e qualche anno dopo di Lorenzo Lotto, un pittore cruciale per il Rinascimento italiano rivalutato soltanto di recente. Lorenzo Lotto nasce a Venezia intorno al 1480, ma già da giovanissimo lo troviamo a lavorare...
Prodotti tipici delle Marche: Amaro Sibilla, Varnelli e maccheroncini di Campofilone
07 novembre 2016
Correva l’anno 1868 quando la Distilleria Varnelli fu fondata. L’azienda prese il via con Girolamo Varnelli, un fine erborista che conosceva alla perfezione tutte le piante che crescevano sui Monti Sibillini. Questo fu il punto di partenza di un’ azienda il cui marchio è diventato sinonimo di qualità. L’anice secco, il Caffè Moka e l’amaro Sibilla sono solo alcuni dei distillati di questa azienda oggi guidata da due sorelle che hanno portato il loro marchio nel mondo. Ma nella zona...

visite guidate  · 14 ottobre 2016
Castelfidardo è sinonimo di musica. Più di 150 anni fa un giovane piuttosto curioso decise di mettere alla prova la sua abilità smontando e ricostruendo uno strumento musicale. Pochi anni dopo diede vita ad un comparto industriale capace di dare impiego ad un solo paese di circa 10.000 abitanti. Era nata l'industria della fisarmonica che ancora oggi rende famosa la città di Castelfidardo nel mondo.
Costume B. Gigli. Lohengrin R. Wagner. Museo Beniamino Gigli, Recanati
10 ottobre 2016
Era l'8 ottobre del 1997 quando Rudolph Giuliani, sindaco di New York, istituisce il Beniamino Gigli Day per ricordare la stupefacente fama che il tenore recanatese si era guadagnato al Metropolitan Theatre di New York. Beniamino Gigli si esibisce nel teatro più grande del mondo per ben 13 stagioni e la sua prima esibizione fu emozionante come l'ultima. Arrivato a New York come l'erede di Enrico Caruso, con un gran peso sulle spalle, ben presto dimostra di essere all'altezza del suo...

Mostra altro