· 

Lorenzo Lotto

Un pittore inquieto del Rinascimento italiano

Annunciazione, Lorenzo Lotto, Museo Villa Colloredo Mels - Recanati
Annunciazione, Lorenzo Lotto - Museo Villa Colloredo Mels, Recanati

Vogliamo inaugurare il nostro blog con un dipinto conservato nella nostra città, a cui siamo particolarmente affezionate e che proprio negli ultimi decenni è diventato celebre.

 

Lorenzo Lotto è un pittore citato abbastanza frettolosamente nell'opera di Giorgio Vasari "Le vite de' più  eccellenti pittori, scultori e architettori" e soltanto a partire dalla fine dell'800 un maggior numero di studiosi si sono occupati della sua arte.

Uno dei primi studiosi ad indagare i dipinti e i risvolti psicologici della sua arte è stato Bernard Berenson; dopo di lui moltissimi altri critici se ne sono occupati tra cui ricordiamo Roberto Longhi e Pietro Zampetti.

 

Lorenzo Lotto è stato un artista che pur essendosi formato nel nord Italia, ben presto decide di scendere nelle Marche, forse seguendo proprio le orme di suo padre che era un commerciante e sembra frequentasse una Fiera piuttosto famosa dello Stato Pontificio.

Nel Cinquecento le Marche non erano al centro del mondo, ma in qualche modo rivestivano una certa importanza all'interno dello Stato governato dal Papa.

 

E infatti, quello che è oggi il gatto più famoso della storia dell'arte si trova all'interno di un piccolo museo di provincia, in una città che fin dal passato è stato un crocevia importante tra il nord e il sud dell'Italia, ma soprattutto vicinissima ad un santuario religioso che richiamava pellegrini da ogni parte d'Italia e d'Europa...

Lorenzo Lotto, uno degli artisti più rappresentativi del Rinascimento italiano nelle Marche, in quest'opera ha voluto catturare la quotidianità di una scena sacra con la Vergine Maria che ci guarda stupita e piuttosto sorpresa del messaggio che ha appena ricevuto dall'Arcangelo Gabriele che è piombato nella sua stanza. In altro domina la figura di Dio, che sembra entrare dalla finestra che si apre su un giardino dove si possono riconoscere un roseto, un cipresso, un pergolato e una siepe: una serie di elementi altamente simbolici in una scena resa apparentemente reale e quotidiana dalla presenza del gatto al centro della stanza e dall'ombra proiettata da una creatura celeste. 

 

Curioso di scoprire altri particolari di questa strana Annunciazione?

 

Contattaci, e vieni a trovarci a Recanati!

 

www.villacolloredomels.it

 

Scrivi commento

Commenti: 0